Emilia-Romagna, Sostegno innovazione imprese

La Regione Emilia-Romagna, con un nuovo bando FESR 2021-2027, sostiene gli investimenti produttivi per l’innovazione delle MPMI per promuovere la competitività e la sostenibilità delle imprese manifatturiere e di quelle operanti nell’ambito dei servizi alla produzione tramite il sostegno a investimenti di carattere innovativo e sostenibile.

Con la DGR n. 2098/2022, nell’ambito del Programma Regionale FESR 2021-2027, la Regione mira a rafforzare i sistemi produttivi regionali al fine di renderli più reattivi e resilienti in relazione alle sfide individuate nella nuova Strategia di specializzazione intelligente (S3) 2021/2027.

Destinatari

Possono presentare domanda di contributo le micro, piccole e medie imprese, aventi qualunque forma giuridica, operanti nei settori manifatturiero e dei servizi alla produzione, con sede in Emilia-Romagna.

Caratteristiche degli interventi

Sono ammissibili gli interventi aventi ad oggetto l’implementazione di tecnologie e sistemi finalizzati all’introduzione di innovazioni di processo, di prodotto, di servizio e organizzative idonee a:

  • ottimizzare, efficientare e rendere più produttivi e sostenibili i processi aziendali interni;
  • favorire la crescita e il consolidamento dell’impresa proponente all’interno delle filiere di appartenenza;
  • favorire il posizionamento dell’impresa proponente in mercati e/o filiere produttive diverse da quelle di appartenenza;
  • contribuire alla neutralità carbonica e alla lotta al cambiamento climatico;
  • determinare una ricaduta positiva con riferimento ad uno o più dei 15 ambiti tematici cross – settoriali individuati nella nuova Strategia di specializzazione intelligente (S3) 2021/2027.

Contributi

Il contributo previsto nel bando sarà a fondo perduto, nella misura massima totale del 40% della spesa ammessa e per un importo, comunque, non superiore a 150.000 euro. Gli interventi, con un investimento minimo di 50.000 euro, dovranno essere avviati a partire dal 1° gennaio 2023 e conclusi entro il 31 marzo 2024.

Le risorse disponibili sono circa 20 milioni di euro e serviranno alle imprese per rendere più produttivi e sostenibili i processi aziendali interni, premiando tra l’altro i progetti che prevedano il recupero dei materiali e la conseguente riduzione della produzione di rifiuti.

Scadenza

Le domande di contributo dovranno essere trasmesse alla Regione tramite applicativo web Sfinge 2020 dalle ore 10.00 del giorno 7 febbraio 2023 alle ore 13.00 del giorno 1° marzo 2023. L’applicativo web Sfinge 2020 sarà reso disponibile, almeno 2 giorni prima dell’apertura dei termini per la presentazione della domanda.


Regione Emilia-Romagna

Condividi su:
Scroll to Top