Emilia-Romagna, Bando Comunità energetiche rinnovabili

La Regione Emilia-Romagna intende incentivare la costituzione di Comunità energetiche rinnovabili (CER), attraverso la concessione di contributi economici, finanziati con fondi europei FESR 2021-2027, che contribuiscono a coprire i costi per la predisposizione degli studi di fattibilità e per la costituzione delle stesse, con lo scopo di generare benefici ambientali, economici e sociali.

Contributi per le Comunità energetiche rinnovabili

Con il primo bando di cui alla DGR n. 2151/2022, in coerenza con la Legge regionale n. 5/2022, oltre ai benefici ambientali che la nascita delle Comunità energetiche rinnovabili potrà apportare con l’incremento della produzione di energia da fonti rinnovabili, ci si attende che le CER possano generare benefici dal punto di vista economico e sociale, soprattutto attraverso il coinvolgimento di soggetti economicamente svantaggiati, al fine di combattere la povertà energetica.

Beneficiari

Beneficiarie del contributo sono le Comunità Energetiche Rinnovabili (CER), costituite in conformità con la Dir. 2018/2001/UE e con le norme nazionali di recepimento della stessa (Dl 162/2019 convertito Legge 8/2020 e D.Lgs. 199/2021). La domanda di contributo può essere presentata dai clienti finali che ai sensi dell’art. 2 par. 1 punto 16 lett. b) e dell’art. 22 della citata Direttiva, dell’art. 42-bis Dl 162/2019 convertito Legge 8/2020 e del D.Lgs. 199/2021, possono essere membri di una CER, con la condizione che al momento della sua costituzione il richiedente faccia formalmente parte della Comunità.

La Regione Emilia-Romagna mette a disposizione 2 milioni di euro di risorse europee del Fondo Fesr 2021-2027 per sostenere la costituzione e progettazione di Comunità Energetiche Rinnovabili (CER).

Contributi

Il bando prevede contributi economici a copertura dei costi per l’avvio e può includere anche l’acquisto e l’installazione degli impianti di produzione e accumulo dell’energia e delle tecnologie necessarie alla realizzazione dei servizi previsti dalla normativa.

Il contributo regionale è a fondo perduto fino all’80% delle spese sostenute per l’avvio e la costituzione delle CER e per gli studi di fattibilità e potrà essere incrementato fino al 90% sulla base delle premialità previste. Il contributo massimo è pari a 50.000 euro.

Scadenza

La domanda di contributo dovrà essere trasmessa alla Regione tramite applicativo web Sfinge 2020, dalle ore 10.00 del 9/02/2023 alle ore 13.00 del 9/03/2023.

L’applicativo web Sfinge 2020 sarà reso disponibile 2 giorni prima dell’apertura dei sopra indicati termini per la sola compilazione e validazione della domanda.


Sito internet: Regione Emilia-Romagna

Vedi New: Emilia-Romagna, Comunità energetiche Sportello informativo

Condividi su:
Scroll to Top