Studio Brancaleone




SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

SERVIZI LEGALI
servizi legali
Assistenza giudiziale in materia ambientale
CONSULENZA NORMATIVA
consulenza normativa
Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, audit di conformità
CONSULENZA CERTIFICAZIONI
consulenza ambienteconsulenza qualitàconsulenza sicurezza
Assistenza e consulenza su sistemi di gestione e certificazioni di prodotto
FORMAZIONE
formazione
Corsi per aziende e Enti pubblici
FINANZIAMENTI
finanziamenti
Ricerca finanziamenti, assistenza progetti  
SERVIZI ON-LINE
servizi on-line
Pareri giuridici on-line servizio di aggiornamento normativo



AREE TEMATICHE

Selezione della principale normativa nazionale/comunitaria e regionale in materia ambientale

La consultazione è gratuita per i documenti disponibili nella modalità on-line, per i documenti contrassegnati con e per gli altri documenti della banca dati "Aree tematiche" è previsto un servizio a richiesta.

 

Rifiuti > Incenerimento/Coincenerimento

 Decreto ministeriale 19 maggio 2016, n. 134
“Regolamento concernente l’applicazione del fattore climatico (CFF) alla formula per l’efficienza del recupero energetico dei rifiuti negli impianti di incenerimento”.
Il provvedimento, in vigore dal 21 luglio 2016, modifica l’allegato C (operazioni di recupero) alla  Parte  IV  del  D.lgs. 152/2006 sostituendo la nota (4), nonché abroga il D.M. 7 agosto 2013 recante "Applicazione della formula per il calcolo dell’efficienza energetica degli impianti di incenerimento in relazione alle condizioni climatiche"...>>

Decreto Ministeriale 7 agosto 2013
“Applicazione della formula per il calcolo dell'efficienza energetica degli impianti di incenerimento in relazione alla condizioni climatiche”
Il decreto sostituisce la nota (4) dell'allegato «C» alla parte IV del decreto legislativo n. 152 del 2006, (operazioni di recupero), nella parte in cui detta le soglie di efficienza energetica da applicare agli inceneritori di rifiuti urbani al fine di stabilire se gli stessi sono compresi nelle operazioni di “recupero”...>>
Aggiornamento: il decreto è stato abrogato, dal 21.7.2016, dal DM 19 maggio 2016, n. 134

Decreto Legge 30 dicembre 2005, n. 273 (Convertito, con modificazioni in L. n. 51 del 23/2/2006)
Definizione e proroga di termini, nonché conseguenti disposizioni urgenti. Proroga di termini relativi all'esercizio di deleghe legislative.
Estratto:
Art. 22. Incenerimento dei rifiuti 1. All'articolo 21, commi 1 e 9, del decreto legislativo 11 maggio 2005, n. 133, le parole: «28 dicembre 2005» sono sostituite dalle seguenti: «28 febbraio 2006». ((1-bis. All'articolo 21 del decreto legislativo 11 maggio 2005, n. 133, dopo il comma 10 e' aggiunto il seguente: «10-bis. Per gli impianti la cui funzione principale consiste nella produzione di energia elettrica e che utilizzano come combustibile accessorio prodotti trasformati di categoria 1, 2 e 3 ai sensi degli art. 4, 5 e 6 del regolamento (CE) n. 1774/2002 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 3 ottobre 2002, il termine di cui ai commi 1 e 9 è fissato al 28 dicembre 2007».))

Decreto Legislativo 11 maggio 2005, n. 133
Attuazione della Direttiva 2000/76/CE, in materia di incenerimento dei rifiuti.
Testo aggiornato al D.L. n. 273 del 30/12/2005, convertito, con modifiche in L. n. 51 del 23/2/2006 e al D.L. n. 300 del 28/12/2006, convertito, con modifiche, in L. n. 17 del 26/2/2007