Studio Brancaleone




SERVIZI OFFERTI - contattaci Richiedi un preventivo on-line o contattaci per informazioni

SERVIZI LEGALI
servizi legali
Assistenza giudiziale in materia ambientale
CONSULENZA NORMATIVA
consulenza normativa
Consulenza giuridica ambiente e sicurezza, audit di conformità
CONSULENZA CERTIFICAZIONI
consulenza ambienteconsulenza qualitàconsulenza sicurezza
Assistenza e consulenza su sistemi di gestione e certificazioni di prodotto
FORMAZIONE
formazione
Corsi per aziende e Enti pubblici
FINANZIAMENTI
finanziamenti
Ricerca finanziamenti, assistenza progetti  
SERVIZI ON-LINE
servizi on-line
Pareri giuridici on-line servizio di aggiornamento normativo



AREE TEMATICHE

Selezione della principale normativa nazionale/comunitaria e regionale in materia ambientale

La consultazione è gratuita per i documenti disponibili nella modalità on-line, per i documenti contrassegnati con e per gli altri documenti della banca dati "Aree tematiche" è previsto un servizio a richiesta.

 

Acque > Testo Unico Ambientale

Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n. 152
Norme in materia ambientale - Parte III - Articoli da 53 a 176 -
Sezione I: Norme in materia di difesa del suolo e lotta alla desertificazione, artt. da 53 a 72;
Sezione II: Tutela delle acque dall'inquinamento, artt. da 73 a 140;
Sezione III: Gestione delle risorse idriche, artt. da 141 a 169;
Sezione IV: Disposizioni transitorie e finali, artt. da 170 a 176.
Testo coordinato con:
LEGGE 28 dicembre 2015, n. 221 Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green  economy e per il contenimento dell'uso eccessivo di risorse naturali" (c.d.   "Collegato ambientale”)

Legge 15 dicembre 2004, n. 308
Delega al Governo per il riordino della legislazione ambientale

 

Direttiva 24 febbraio 2015 del Presidente del Consiglio dei Ministri
"Indirizzi operativi inerenti la predisposizione dei piani di gestione relativa al sistema di allertamento nazionale, statale e regionale, per il rischio idraulico ai fini di protezione civile di cui al decreto legislativo 23 febbraio 2010, n. 49, di recepimento della Direttiva (CE) n. 60 del 2007"
Il documento,  in Gazzetta Ufficiale il 31 marzo 2015, recepisce la direttiva 2007/60/CE relativa alla valutazione e alla gestione del rischio di alluvioni, che ha lo scopo di istituire un quadro per la valutazione e la gestione dei rischi volto a ridurre le conseguenze negative per la salute umana, l’ambiente, il patrimonio culturale e le attività economiche connesse con le alluvioni all’interno della Comunità...>>

Decreto Ministeriale 27 novembre 2013
Regolamento recante i criteri tecnici per l'identificazione dei corpi idrici artificiali e fortemente modificati per le acque fluviali e lacustri, per la modifica delle norme tecniche del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, recante Norme in materia ambientale, predisposto ai sensi dell'articolo 75, comma 3, del medesimo decreto legislativo.
Il regolamento, in vigore dal 29 gennaio 2014, integra in particolare il paragrafo B.4 "Corpi idrici fortemente modificati e artificiali", sezione B del punto 1.1 dell'allegato 3 della parte terza del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 (c.d. “Testo Unico Ambientale”), al fine di renderlo conforme agli obblighi comunitari e per stabilire una metodologia comune sul territorio italiano per l'identificazione dei corpi idrici da designare fortemente modificati o artificiali ai sensi dell'articolo 77, comma 5 del citato decreto legislativo...>>